Dispersione di amianto nella Scuola Gobetti

Amianto alla Gobetti di Piossasco (TO)

Quanto sarebbe accaduto alla scuola dell’infanzia “Gobetti” di Piossasco (TO) il 7 Giugno 2017 ha dell’inaccettabile: secondo le ricostruzioni, nel fare dei lavori di manutenzione in un bagno è stato praticato un foro nel muro della struttura causando la liberazione delle fibre di amianto presenti all’interno.
La gravità sta, oltre nel non aver eseguito i lavori attuando le accortezze necessarie in caso di presenza di amianto,  nella scelta di

Leggi tuttoDispersione di amianto nella Scuola Gobetti

La pessima Scuola

L’inizio del nuovo anno scolastico ha rivelato tutte le criticità che la nuova riforma del Governo Renzi, non solo non ha saputo risolvere, ma ha aggravato, creando situazioni paradossali che stanno penalizzando la scuola italiana.

A Piossasco questi effetti si sono sentiti chiaramente fin dal primo giorno, quando gli alunni delle scuole medie non hanno trovato i professori nelle loro classi. Le mancate assegnazioni degli insegnanti da parte del Ministero hanno portato a una copertura intorno al 50 % delle ore settimanali nel primo periodo. Inoltre risultano

Leggi tuttoLa pessima Scuola

La Cattiva Scuola: informazione di regime

Al Sindaco della Città di Piossasco,
al Presidente della Commissione Istruzione e Cultura,
al Presidente del Consiglio Comunale,
ai Capigruppo,
Egregi Concittadini,
e.p.c. Agli organi di stampa

Con la presente esprimiamo il nostro sdegno nell’apprendere, come al solito da fonti esterne, dell’ennesimo evento organizzato in totale autonomia dall’amministrazione, con l’esclusione di noi consiglieri di opposizione (e quindi 11741 cittadini su 15033 aventi diritto che non si sentono rappresentati dall’attuale giunta) nonostante l’evento sia organizzato dalla “Città di Piossasco” e non da

Leggi tuttoLa Cattiva Scuola: informazione di regime

Commissione Cultura e Istruzione 10 Dicembre 2012

 

Lunedì 10 dicembre si è tenuta la COMMISSIONE CULTURA E ISTRUZIONE con all’ordine del giorno i seguenti punti:
  1. Analisi situazione Istituti Comprensivi
  2. Prossimi interventi sui plessi scolastici
  3. Varie ed eventuali

A parte una piccola discussione (ormai solita) sugli orari di convocazione in prima e seconda chiamata,  è emerso  quanto segue :

Analisi situazione Istituti Comprensivi

Con Legge dello Stato 11 del 2011 si impone che le scuole presenti sui territori comunali si ordinino in senso verticale e vengano quindi unite le scuole dalla  materne,  alle medie . In precedenza l’ordinamento scolastico prevedeva l’organizzazione per Circoli in senso orizzontale (quindi materne ed elementari insieme e poi tutte le medie). Il ragionamento dietro questa legge è di seguire il percorso di frequenza dell’alunno dalle scuole dell’infanzia alle scuole superiori adottando (di competenza del Consiglio di Istituto Comprensivo ora, e di Circolo prima) una stessa pianificazione del percorso di studi.
Un limite imposto è il numero degli alunni di ogni comprensivo che non dovrebbe essere inferiore a 1000. Fortunatamente a Piossasco (anche se le condizioni non lo permettevano) si è ottenuto un ottimo risultato e una piccola deroga (come in altri comuni) .
Molte regioni hanno presentato ricorso al TAR che ha dato ragione annullando la Legge dello Stato lì dove è stato presentato ricorso soprattutto perché avrebbero dovuto accorpare scuole insistenti su territori di differenti Comuni che deficitavano del numero di 1000 alunni per costituire il Comprensivo. Il ricorso è stato presentato perché , per Legge dello stesso stato, l’organizzazione delle scuole sul territorio compete alla Regione e non al Parlamento Nazionale.
In ogni caso nel nostro comune, essendoci le condizioni, sono stati creati due Comprensivi con le sole scuole del nostro territorio (senza accorpamenti con scuole di altri Comuni) .  A parere dell’Amministrazione questa trasformazione ha reso un vantaggio gestionale anche grazie all’arrivo del nuovo dirigente scolastico al Comprensivo 1, Dott.ssa Pinto, che è entrata in sintonia con il dirigente del Comprensivo 2 e insieme collaborano attivamente per un uniformità di gestione. Anche il personale comunale si è adeguato/si stà adeguando bene all’avvenuta trasformazione che implica un trasferimento di competenze.
Con la necessità di dover rispettare la suddivisione del numero degli alunni per mantenere il numero sufficiente, pena la “delocalizzazione” verso anche Istituti Comprensivi di altri Comuni, dovranno essere valutati e discussi i criteri di iscrizione. In linea di massima si procederà a raccogliere le iscrizioni a richiesta e valutare poi le priorità.
I numeri eccedenti la richiesta (in base ai soliti punteggi) verrebbero,salvo motivi particolari, spostati a necessità sui due comprensivi per raggiungere la quota richiesta. Gli insegnanti, grazie alle nuove assunzioni, non sono stati interessati a spostamenti di sede.
IL CTP (Centro Territoriale Permanente cioè la scuola per gli adulti, le vecchie “150 ore”) avrà la segreteria nel comprensivo 2 ma i locali restano all’Ungaretti che è nel comprensivo 1. Il servizio dovrebbe funzionare normalmente.
Si è discusso poi della questione “pollai” (quelli veri!) nelle scuole. Il metodo ha riscontrato assenso da parte di tutti. Il responsabile alla sicurezza, Sig. Musumeci, ha sollevato l’obiezione del rispetto, a norma di Legge, delle prescrizioni dell’ASL in materia di  igiene (e non quelle sanitarie ampiamente ottemperate). Al momento il progetto è allo studio, ma c’è la volontà di continuare a realizzarlo e di eventualmente adeguarsi alle eventuali restrizioni. Staremo a vedere e vi terremo informati.
Prossimi interventi sui plessi scolastici
Con la mancata vendita dell’Ex Caserma dei Carabinieri (prevedibilissima e lo sapeva pure l’amministrazione ndr) che avrebbe fruttato circa 470000 € il bilancio deve essere ritoccato e dunque parte dei lavori di manutenzione straordinari previsti non si potranno più realizzare in questo bilancio (una parte del valore della vendita era inserita nei 207000€ previsti per le manutenzioni) come l’ascensore per disabili alla scuola Ungaretti (previsti 35/40000€ di spesa).
Alcuni lavori eseguiti sui plessi , e in corso di esecuzione sono la messa in sicurezza dei davanzali alla scuola Morandi,  e grazie al ribasso anche ad alcuni della scuola Ungaretti,  (avete segnalazioni?) di cui si è discusso sull’effettiva valenza. Con i proventi dai diritti di superficie di € 58000 (i riscatti dei terreni dell’edilizia convenzionata) si sistemerà la scala antincendio della Gramsci. Occorrerà rifare anche l’impianto elettrico all’Ungaretti preventivato per € 115000 e alla Morandi per € 75000 oltre ai € 17000 quale impegno di spesa per i progetti (per avere anche l’abilitazione dai VV.FF al momento in studio). Si spera di recuperare dai ribassi risorse per procedere ad altri interventi. Si sta sistemando anche il bagno disabili alla Cruto (ex Parri di via Cumiana). Hanno affidato ad esterni un servizio complessivo tramite appalto per la disinfestazione/derattizzazione. Se ci saranno avanzi dal ribasso si vorrebbe sistemare gli scarichi dei bagni alla Rodari definitivamente.
Alla Rodari anche il tetto è da rifare (piove dentro). Si è ribadita la questione amianto per la Rodari e per gli altri asili. Hanno eseguito accertamento tramite spirometria (analizzando l’aria) degli ambienti interessati, come intercapedini e sottotetto;dai risultati questi ambienti non sono interessati da rilascio di particelle in sospensione di amianto (che è la condizione pericolosa). Quanto amianto ci sia , non pericoloso in quanto stabile ( per ora ndr), non ci è dato di saperlo da questa commissione ma è comunque presente (e noi approfondiremo, ndr).
Varie ed Eventuali
  • La terra di risulta nei lavori della scuola San Vito, con valori di manganese/nichel/cobalto superiori alla media, ha consentito di scoprire che i terreni circostanti hanno questa composizione come proprietà geologica zonale. L’ufficio Tecnico per non assumersi responsabilità, e in contrapposizione alle indicazione dell’Assessorato ha preferito smaltire comunque la terra in discarica, con un aumento dei costi, potendolo invece smaltire come agricolo data la condizione naturale del terreno (ci chiediamo quindi quali siano i valori che possono incidere sulla salute, i terreni sono sicuri o no? ndr).
  • Il parcheggio del collodi è ghiacciato, a quanto pare da una perdita e la salita di accesso è piena di buche per cui è stato richiesto un immediato intervento! (forse già risolto)
  • PATTO PER LA SCUOLA: è in stesura a cura dell’assessorato all’istruzione un documento da condividere e sottoscrivere dalle Scuole in cui si eliminano i dubbi riguardo ai compiti dell’amministrazione comunale nella gestione delle scuole. Il documento è una proposta ed in fase di valutazione al momento
____________________________________________________
E’ nostra intenzione monitorare e segnalare le varie situazioni all’occorrenza con i nostri comunicati. Certo ci piacerebbe intervenire in queste discussioni ricordando all’amministrazione che lamenta la mancanza di disponibilità finanziarie per gli interventi di manutenzione scolastici di aver firmato una convenzione con la scuola privata Gianotti da € 40.000 annui (di cui ne stiamo verificando il rispetto punto per punto), di aver impegnato € 33.000 per la realizzazione di un nuovo giardino pubblico a Villa Alfano (abbastanza inutile vista la vicinanza di 100m circa con un altro parco vicino al sangonetto e in quasi totale abbandono ndr), di aver permutato terreni a prezzi di dubbia valenza per una casa di cura privata,   di fare scelte economiche con  politiche “di priorità” alquanto discutibili, di fronte alla gambizzazione dei già esigui fondi all’istruzione e rivedibili per nostro conto.
Certo è che in virtù della propria rappresentanza e senza che ci sia presa di coscienza e partecipazione dei cittadini poco potrà cambiare. Noi ci crediamo e continueremo a fare azione di trasparenza e fiato sul collo. Continueremo a seguire e controllare l’operato dell’Amministrazione dandone notizia e rendendo pubbliche le informazioni. Cominciando, come abbiamo già fatto, con il pretendere le videoriprese dei Consigli Comunali e in futuro anche delle Commissioni Consiliari.

Riteniamo che la totale trasparenza sia il miglior modo di invogliare la partecipazione dei cittadini nella gestione della cosa pubblica e desideriamo l’introduzione di strumenti idonei quali referendum propositivi senza quorum, bilancio partecipato, audizioni pubbliche per permettere un effettiva partecipazione alla gestione della cosa pubblica anche ai cittadini in maniera diretta.

MoVimento 5 Stelle Piossasco

Convenzione Scuola dell’infanzia paritaria “Gianotti”

Pubblichiamo il link che porta alla convenzione tra Città di Piossasco e la Scuola dell’infanzia paritaria “Gianotti”
Con Determina Dirigenziale del 16 maggio 2012 n° 131 è stato erogato, secondo l’accordo, il 50% dei 40.000€ previsti dalla convenzione. Entro settembre verrà erogato il saldo solo se la Scuola “Gianotti” avrà ottemperato al punto 7 della suddetta convenzione.
Fermo restando che siamo contro il finanziamento alle scuole private e che preferiamo il finanziamento pubblico ai cittadini, vigileremo sull’applicazione dei punti dell’accordo, tra i quali il n°4 Contributi agli utenti!
MoVimento 5 Stelle Piossasco