Pericolo processionaria sul Monte San Giorgio

Pericolo processionaria sul Monte San Giorgio

Lunedì 13 marzo 2017 ho partecipato alla serata promossa dalla Città di Piossasco per informare i cittadini sulla questione processionaria che in questo periodo sta preoccupando molti.

L’argomento è complicato e dovremmo fare diverse premesse.
La Processionaria del Pino (Thaumetopoea pityocampa) è un insetto dell’ordine dei lepidotteri (una farfalla), è un fitofago (si nutre di vegetali) ed è dotato di peli urticanti. Tale insetto attacca i pini, con predilezioni del Pino Nero e quello Silvestre.

Nel suo ciclo vitale il momento di maggior pericolo per gli animali e per l’uomo è nella fase larvale, quando in processione abbandona i nidi e rilascia i suoi peli urticanti;  in ogni caso la presenza dei nidi, anche quelli abbandonati sugli alberi, presenta un pericolo per tutto l’anno.

Per approfondire vi invito a leggere qui

Il problema “Processionaria” a Piossasco nasce dopo l’intervento di rimboschimento del Monte San Giorgio effettuato tra il 1920 e il 1970 con il Pino Nero, specie frugale che ha portato con se la Processionaria.

Ma come affrontare efficacemente il problema? Ovviamente il ripristino delle specie autoctone di alberi è la soluzione migliore per combattere la processionaria a lungo termine anche se ci vorranno molti anni.

Crediamo quindi che l’amministrazione, se davvero tiene al Monte San Giorgio e alla fruizione da parte dei cittadini, debba mettere in atto metodiche di controllo della popolazione della Processionaria, come il taglio dei nidi nel periodo invernale, attraverso l’utilizzo del Bacillus thuringiensis nel periodo di fuoriuscita delle larve e con l’utilizzo di barriere per impedire la discesa delle larve dai nidi.
Queste azioni ovviamente andrebbero concentrate nelle zone maggiormente frequentate come la strada carrareccia che porta in vetta, nella zona dei Tiri e di Pera Caval, San Valeriano e lungo il sentiero della Croce dei Castelli,
Così si potrebbero coniugare le esigenze del territorio con le problematiche di bilancio che affliggono la Città Metropolitana e la stessa Città di Piossasco, viste le scelte di questa amministrazione.

Foto scattate domenica 12 marzo 2017 lungo la strada carrarreccia che porta al monte San Giorgio


Marcello Gigante
Consigliere Comunale
MoVimento 5 Stelle Piossasco